Terrestra è un’associazione culturale nata dall’esigenza di Silvia Pattuelli ed Andrea Nurcis di dare vita ad un organismo ibrido che abbia nell’agricoltura e nell’arte i suoi punti di riferimento.
Al progetto si sono presto uniti Enrico Corte, Cesare Minardi,  Cristina Pattuelli e Lisa Norberg.


In un contesto, quale quello contemporaneo, di abbandono o vendita  delle terre da parte dei piccoli contadini e di accaparramento delle stesse da parte delle grosse multinazionali, di monocultura esasperata, di consumo di suolo, di avvelenamento dei beni comuni (aria, terra, acqua), diventa prioritaria un’azione di difesa e protezione dell’agricoltura organica.


Un’evoluzione colturale non può prescindere da una culturale
E’ così che è nata una riflessione più ampia sul rapporto tra arte e natura, politica ed ecologia, su paesaggio e sviluppo, sul ruolo delle donne in agricoltura. 

Tra le attività di Terrestra rientrano quindi, oltre alla continua sperimentazione in ambito agroecologico, l’attività informativa su peak oil e cambiamento climatico, l’organizzazione di mostre, presentazioni e installazioni site-specific d’arte contemporanea, realizzazione e raccolta di video d’artista e film sull’arte contemporanea.

 

Leggi qui lo Statuto di Terrestra