Il 29mo giorno

Uno stagno di ninfee ha una sola foglia il primo giorno,
due il secondo giorno,
quattro il terzo giorno
e il numero di foglie continua a raddoppiare ogni giorno.
Se lo stagno è completamente pieno di foglie il trentesimo giorno,
quando  sarà coperto per la metà?

il ventinovesimo giorno, ovvero solo il giorno prima.

Con le  parole  di un indovinello che si usa nelle scuole francesi Lester Brown [1] ci spiega cos’è la crescita esponenziale:

Il mondo che abitiamo è un mondo finito come lo spazio limitato di uno stagno.

Se continuiamo a perseguire gli attuali modelli di crescita, di consumo, spreco di risorse e produzione di rifiuti, lo stagno pian piano diventerà sempre più inospitale e ci troveremo senza ossigeno.population_growth

Intuitivamente comprendiamo che lo stile di vita a cui siamo abituati avrà un un termine. Chi non ha mai avuto una nonna che ricorda che “così non può continuare”?

Riteniamo però di avere le cose sotto controllo.

Come controlliamo la nostra dispensa, così controlleremo lo sfruttamento delle risorse idriche e del suolo, la pressione demografica, la distribuzione delle ricchezze.

E prima che la situazione precipiti interverremo.

Abbiamo tutto il tempo necessario.

Purtroppo non è così. La funzione esponenziale ci indica che accorgerci della drammaticità della situazione quando lo stagno è popolato per metà significa che ci è rimasto un solo giorno di vita.

Il  fisico nucleare Al Bartlett, Professore Emerito di Fisica Nucleare all’Università del Colorado, afferma Il maggior difetto della razza umana è la nostra incapacità di comprendere la funzione esponenziale“.

L’inganno sta nel fatto che all’inizio ci illude con un incremento lento  a cui segue però una fase in cui il valore totale aumenta enormemente.

Concludo con le parole di Lester Brown: “il bisogno di adattare la vita umana simultaneamente alla capacità di rigenerazione dei sistemi biologici della Terra e ai limiti delle risorse rinnovabili richiederà una nuova etica sociale. L’essenza di questa nuova etica è l’adeguamento: l’adeguamento del numero e delle aspirazioni degli esseri umani alle risorse e alle capacità della Terra“. [2]

Essendo lo stagno uno spazio limitato, la crescita si interromperà.

Riusciremo a intuire il meccanismo che ci domina prima del ventinovesimo giorno?

Silvia Pattuelli
P.S. Per una corretta comprensione della rinnovabilità delle risorse ecco un ottimo posthttp://aspoitalia.wordpress.com/2012/12/10/quali-risorse-naturali-sono-rinnovabili/

[1] http://terrestra.it/?p=863

[2] https://www.youtube.com/watch?v=umFnrvcS6AQ