Il Piano Colturale

La programmazione, in agricoltura, è un’attività necessaria.

I tempi della natura sono elementi su cui possiamo agire in modo molto limitato. Se decidiamo che ad agosto vogliamo mangiare melanzane, è necessario prevederlo con molti mesi di anticipo.

Non solo. 

Quando la terra inizia a scaldarsi e le giornate si allungano, i lavori in campagna si susseguono con grande velocità, spesso accavallandosi e diventa molto complesso gestire semine, trapianti, raccolte, lavorazioni del suolo, diserbi manuali.

Ecco allora che poter contare su una tabella di marcia è fondamentale per una gestione accurata dei lavori. 

Mi sono allora chiesta quale forma dare a un foglio di calcolo affinchè sia comprensibile a chiunque lo guarda.
Credo che i colori permettano di visualizzare in un colpo d’occhio le informazioni necessarie. Settimana dopo settimana, per ogni varietà, si susseguono semine in plateau (rosa), trapianti (grigio) , semine dirette sul suolo (giallo) e raccolte (verde).

Una primavera fredda e piovosa ritarderà di qualche giorno le raccolte previste nel foglio di calcolo, una molto calda, al contrario, le anticiperà. 
Quindi affidiamoci ai calcoli ma prevediamo che alcuni scostamenti saranno necessari.

Leave a Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.